Scarpe rosse contro la Violenza sulle Donne

scarpe contro la violenza delle donne 638x425

Più di cento vittime in un solo anno: la violenza sulle donne in Italia continua ad aumentare. In questa situazione le iniziative organizzate per la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, ricorrente il 25 novembre, risultano ancora più importanti.

Basta sfogliare un qualsiasi quotidiano per trovare tra le notizie di cronache storie di violenza sulle donne. Familiari o sconosciuti, nel centro del mirino ci sono sempre più spesso donne. Una recente ricerca dell’ONU ha infatti rivelato che la situazione femminile nel nostro paese non è affatto rosea: il rispetto è la parità dei sessi sono ancora ben lontani. I motivi sarebbero da ricercare nell’impronta ancora patriarcale della nostra società, in una legislazione che non tutela abbastanza e nelle poche risorse investite per prevenire situazioni di violenza. In quest’ottica risultano ancora più importanti le iniziative organizzate in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

Una giornata per indignarsi, far sentire la propria voce, manifestare solidarietà e tenere vivo l’interesse sull’argomento. A Milano, in zona Colonne di San Lorenzo, è esposta l’installazione dell’artista Elina Chauvet realizzata proprio per la Giornata. Una fila di scarpe rosse che simboleggia tutte le donne vittime di violenza. Sempre a Milano, al teatro Litta dal 23 al 25 Novembre andrà in scena “Siamo Pari”, una rassegna sul cinema femminile promossa da Intervita.

Anche nel resto d’Italia le manifestazioni non mancano. Al Castello Estense di Ferrara fino al 25 Novembre si svolge la manifestazione “L’arte contro la violenza e il dolore”: diverse performance artistiche dedicate al tema. A Bologna La casa delle donne per non subire violenza ha organizzato il festival “La violenza illustrata”, un percorso fotografico in cui saranno mostrate immagini che smentiscono lo stereotipo della vita domestica come luogo di dolore e soprusi. A Genova il Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura invita a contare lentamente fino a 100: è questo il numero delle vittime del “femminicidio” del 2012. A Roma l’Associazione Fab(b)brica delle donne porta in scena lo spettacolo teatrale “BarbaBlù”: una trasposizione della favola di Perrault che tratta del tema della violenza. L’appuntamento è per venerdì 23 Novembre alle 21,15 presso il Palarte di Fabrica di Roma e il ricavato sarà devoluto a al Centro Antiviolenza Erinna.
di Veronica Bolognese

Fonte

Print Friendly